Proprietà dell'acqua Castellina

Leggerezza
Con un residuo fisso di soli 160 mg/l, Castellina è un acqua oligominerale particolarmente leggera, indicata quindi per il consumo quotidiano ad ogni età. Di Castellina si può berne a volontà senza alcun problema o controindicazione. Reni e fegato ringraziano!
Benessere 
Bere acqua Castellina aiuta l'organismo a mantenersi nel suo giusto equilibrio fisiologico. Inoltre il suo basso contenuto di sodio la rende ideale anche nelle specifiche diete rivolte a salvaguardare il benessere.
Linea e Bellezza 
Ormai tutto lo sanno: bere molto è un fattore indispensabile per chi vuole conquistare e mantenere forma e bellezza, prevenire l'invecchiamento, idratare la pelle e avere un fisico elastico, tonico, efficiente. Bere Castellina è la scelta ideale anche per chi fa molto sport e vive intensamente il lavoro e il tempo libero.
 
Proprietà organolettiche
Castellina è un'acqua oligominerale buona e particolarmente leggera, ottima per il consumo quotidiano di tutta la famiglia, con la sua equilibrata acidità, assenza di nitriti, estrema limpidezza e sapore gradevole. Inoltre favorisce la diuresi ed è indicata per le diete povere di sodio. Purezza Castellina sgorga limpida e fresca alla sorgente (+9,5°C), un dono della natura totalmente intatto, perché nasce in una zona montana lontana da fonti di inquinamento. Ammoniaca e nitriti sono completamente assenti, il suo colore è limpido e trasparente. Inodore e di sapore gradevole, Castellina piace a tutti e non stanca mai.

 

L'ETICHETTA

Sodio

Il sodio regola l'equilibrio idrico dell'organismo. Non esiste una soglia massima per le acque minerali, al contrario di quelle del rubinetto, e un terzo delle marche ne contiene quantitativi elevati. Se il valore supera i 200 mg/l è sconsigliabile per chi soffre di ipertensione. L'Acqua Castellina possiede pochissimo sodio, solo 1,9 mg/l ed è particolarmente indicata nelle diete iposodiche.

Residuo fisso

Il residuo fisso indica la quantità di Sali che residuano dopo aver fatto evaporare l’acqua a 180°: più è basso più l’acqua è povera di sali minerali. Per le oligominerali, le classiche acque da pasto, i valori vanno da 51 a 500 mg/l. Le acque con residuo minimo sono maggiormente diuretiche. Mentre quelle molto ricche di sali minerali (residuo sopra i 1.500 mg/l) andrebbero bevute sotto controllo medico per scopi terapeutici precisi.

L’ Acqua Castellina possiede un equilibrato residuo fisso pari a 175,0 mg/l e per questo:

- favorisce la diuresi

- favorisce l’eliminazione dell’acido urico

- previene la calcolosi renale

- agisce positivamente sul metabolismo epatico

- agisce positivamente sul ricambio renale.

Nitrato

I nitrati rappresentano l’indice di purezza di un’acqua: bassi contenuti di nitrati connotano acque particolarmente pure. I limiti per le minerali sono di 45 mg/l, 10 mg/l per quelle destinate all’infanzia, come raccomanda l’Organizzazione mondiale della Sanità. Quasi mai, però, se i limiti sono superiori a 10 mg/l, appare la controindicazione: “non adatta ai bambini”. L' Acqua Castellina ha un basso contenuto di nitrato solo 1,0 mg/l, che la rende particolarmente pura e indicata per bambini e donne in gravidanza.

PH

Il Ph è una scala di misura dell'acidità di una soluzione acquosa. Un Ph con valori maggiori di 7 esprime basicità, mentre con valori inferiori a 7 esprime l'acidità dell'acqua. L' Acqua Castellina ha un Ph a 18° C, pari a 7,4, che la rende leggermente basica e quindi rafforza le mucose gastroduodenali e contrasta l’acidità gastrica. Inoltre favorisce lo svuotamento della colecisti e viene consigliata ai pazienti con disturbi digestivi e calcolosi della colecisti.